Oggi l’ultimo giovedì di targhe alterne

Terminano oggi i giovedì a targhe alterne partiti lo scorso 10 gennaio. Oggi dalle 15 alle 21 nella fascia verde stop alle auto e i mezzi commerciali con l’ultimo numero di targa dispari. Come sempre, indipendentemente dal numero di targa, negli stessi orari dovranno restare parcheggiati i mezzi privati a più alta emissione come autoveicoli a benzina Euro 0, autoveicoli diesel Euro 0-1-2, ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli con motore a due tempi Euro 0, tricicli e quadricicli diesel Euro 0-1. E come sempre saranno esentati dalle targhe alterne i veicoli a benzina euro 4 e quelli alimentati a diesel euro 4 con filtro di serie, oltre a quelli alimentati a gpl, metano, elettrici e ibridi mentre, per favorire le esigenze di mobilità cittadine, Atac e Trambus domani aumenteranno l’offerta di mezzi pubblici. Il corpo della Polizia Municipale ha disposto l’aumento della vigilanza sul territorio, aggiungendo due pattuglie per ogni gruppo in servizio ordinario, con il compito di monitorare il traffico. La multa per i trasgressori è di 74 euro circa. «Anche quest’anno - è il bilancio del comandante dei vigili urbani Angelo Giuliani - i cittadini hanno sostanzialmente rispettato le targhe alterne, segno che a Roma sta crescendo la voglia di respirare aria più pulita a costo di sacrificare il mezzo privato a favore dei mezzi pubblici che durante i provvedimenti di limitazione del traffico sono più numerosi e più veloci. In linea con la scorsa edizione delle targhe alterne, le multe dinamiche e contestate sono state in media 3200 a settimana; sono aumentati, invece, i controlli da parte delle nostre pattuglie, almeno 7mila ogni giovedì. Le aree in cui sono state rilevate più sanzioni, sono il centro storico e l’area di corso Trieste-Parioli, dove sono stati multati la maggior parte dei possessori di minicar diesel euro 0/1, mentre nell’area della Casilina abbiamo contestato mediamente il più alto numero di sanzioni ai possessori di mezzi commerciali fuori norma».