Oggi l’ultimo viaggio di Pippa accompagnata dalla sorella

Il fidanzato: «Sentivo che le era capitato qualcosa di brutto»

(...) Tutta la famiglia di Pippa ha rivelato una dignità e un coraggio veramente straordinari nel parlare di lei. Quasi a voler continuare a portare avanti - nonostante l’immenso dolore per la sua morte e per come è avvenuta - il messaggio di pace di una giovane donna piena di speranza nel prossimo. E che, prima di tutto, davanti a sé ha sempre messo la comunicazione con gli altri e la circolazione del messaggio «artistico» di una pace universale.
«Aspettavo un suo sms in cui mi diceva che ce l’aveva fatta. Invece è finita così, un viaggio per la vita è diventato un viaggio di morte. - ha detto ieri Giovanni Chiari, 31 anni, fidanzato Pippa, rientrato sabato sera da Istanbul a Sale Marasino, il paese del Bresciano in cui risiede -. Chiamatela pure Pippa - aggiunge Chiari - ci teneva molto e, se potete, fate almeno un titolo di giornale di colore verde. Si vestiva sempre di quel colore».
Il giovane, che nella vita è geologo e skipper, ricorda d’aver «pensato subito a qualcosa di brutto», quando ha smesso di ricevere i messaggi di Pippa.
I funerali di Pippa Bacca saranno celebrati sabato alle 11 nella chiesa di San Simpliciano e per quell’occasione i suoi amici stanno organizzando una «festa» sul sagrato. La giovane poi sarà seppellita nella tomba di famiglia a Casirate d’Adda.