Oggi l’Unione cerca consigli anche per il futuro sindaco

In Lombardia 1278 seggi (122 in città). I verdi inventano il «voto in bici», Sarfatti fa un appello: «Partecipate»

Sedi di partito, circoli culturali e ricreativi, municipi e palazzi pubblici, ma anche negozi di vario tipo: dai bar soprattutto in provincia, al parrucchiere, al negozio di abbigliamento nel popolare quartiere del Lorenteggio. E poi gazebo e camper. In Lombardia sono stati allestiti 1278 seggi, tra Milano e provincia sono quasi 400 (122 nel capoluogo). Si vota da questa mattina alle 8 fino alle 10 di sera e la giornata sarà anche un test di possibili primarie per la scelta del candidato sindaco per il centro sinistra.
A Milano voterà uno dei sette candidati dell’Unione, l’outsider Ivan Scalfarotto, che ha annunciato la sua presenza questa mattina alla sede dello Sdi di piazza Martini. Fra presidenti, scrutatori, rappresentanti dei candidati e partecipanti all’organizzazione sono più di 4 mila i volontari tra Milano e provincia. Per chi è fuori dalla sua località di residenza e per gli stranieri in regola, residenti da almeno tre anni, a Milano sono stati approntati i seggi alla Casa della Cultura, nel cuore della città, e al Centro sociale Leoncavallo.
Il coordinatore dell’Unione Lombardia, Riccardo Sarfatti, ha inviato una lettera per invitare i suoi elettori e simpatizzanti al voto: una mailing list di circa 1500 persone. «Il numero dei votanti sarà decisivo per determinare il successo delle primarie. Vi prego perciò, per quanto vi sarà possibile, di farvi parte attiva per portare a votare il maggior numero possibile di persone» è l’accorata richiesta di Sarfatti. «È in atto un grande sforzo, soprattutto perché viene realizzato grazie all’impegno dei volontari che hanno messo in atto un’efficiente macchina organizzativa» commenta Pierfrancesco Majorino, segretario cittadino dei Ds di Milano.
E non manca il risvolto ecologico: dal momento che in città lo smog continua a salire, i Verdi lanciano un appello agli elettori dell’Unione: «Vista l’inattività del Comune e della Regione contro l'inquinamento, gli elettori si rechino al voto per le primarie in bicicletta, a piedi o usando i mezzi pubblici». L’appello è di Carlo Monguzzi, capogruppo dei Verdi in Consiglio regionale, e del consigliere comunale Maurizio Baruffi.
I dati sulle affluenze a Milano verranno diffusi alle 13 e alle 17. Non sono previsti exit-poll: «Ci sostituiamo già al ministero dell’Interno - ha detto scherzando Majorino -, non possiamo fare anche il ruolo della società di ricerca». I risultati dovrebbero arrivare a partire dalle 23, e in attesa dei definitivi potrebbero essere diffuse delle proiezioni. Insomma, in nottata si dovrebbe già sapere chi ha vinto la sfida dell’Unione, almeno a Milano.