Oggi a Lecco subito Ronaldo punta unica

Nemmeno una settimana di preparazione nelle gambe e per il Milan è già ora di partita. Non gara vera, ovviamente, ma comunque sempre due bei tempi di 45’, con pubblico e tifosi pronti a fare le prime critiche. Primo test nel tardo pomeriggio di oggi, alle 18 (diretta Milan Channel) in quel di Lecco, nello stadio completamente esaurito (5.000 spettatori) per affrontare la locale squadra neo promossa in C1 allenata da Aldo Dolcetti. Una sorta di derby, visti i colori nerazzurri dei lecchesi, forse per affinare già l’occhio a quella che sarà la sfida con i dirimpettai dell’altra parte del Naviglio, quell’Inter che nella passata stagione su 16 partite non ha lasciato ai milanisti un solo derby vinto, in qualsiasi categoria, dalla serie A ai pulcini. Ancelotti fa spallucce davanti a questi numeri e guarda avanti. Strano ma vero, forse perchè si tratta della prima amichevole, il tecnico rossonero ha fatto sapere con un giorno di anticipo la formazione del primo tempo: Dida, Cafu, Bonera, Kaladze, Serginho, Gattuso, Brocchi, Gourcuff, Kakà, Seedorf, Ronaldo. Un classico 4-3-2-1, l’ormai famoso albero di Natale tanto caro ad Ancelotti, presentato in edizione estiva. Nella ripresa in campo tutti gli altri ad eccezione di Inzaghi, Gilardino e Maldini (ancora a Miami). Subito Ronaldo, dunque che a Milan Channel dichiara: «Speriamo di iniziare bene, perchè il Milan può fare tante belle cose, anche perchè partiamo tutti alla pari. Certo che bisogna lavorare duramente, poi in campo si vedranno i risultati. Personalmente faccio fatica, tutti facciamo fatica, la prima settimana è stata molto dura e lo sarà anche la prossima, ma ci servirà per avere benzina per tutta la stagione». Il Fenomeno scalpita: «Non vedo l’ora di iniziare campionato e Champions, sappiamo l’importanza di questo duro impegno setimanale ma credo che a nessuno piaccia fare solo lavoro atletico».