Oggi le liste di minoranza per il cda Limato il patto

Giornata cruciale per il futuro delle minoranze Mediobanca. Oggi, infatti, scade il termine per la presentazione delle liste per il nuovo cda di Piazzetta Cuccia. Già nota quella della maggioranza del patto di sindacato (che attualmente riunisce poco più del 41%) con le new entry delle indipendenti Anne Marie Idrac, Elisabetta Magistretti e di Pierre Lefèvre al posto di Jean Azéma. L’attesa è per il confronto tra investitori istituzionali rappresentati da Assogestioni e Fondazioni bancarie che si contenderanno l’ultimo posto rimasto disponibile, in virtù dell’uscita dell’ex dg di Fondazione Mps, Marco Parlangeli. I primi proporranno come candidato Francesco Giavazzi, docente di economia alla Bocconi, mentre gli enti hanno puntato sul presidente di Fondazione Carisbo, Fabio Roversi Monaco.
La contrapposizione si riproporrà anche per il collegio sindacale visto che l’uscente Marco Reboa, indicato dalle Fondazioni, dovrebbe confrontarsi con Natale Freddi, nome circolato per conto dei fondi. Questi ultimi sono accreditati di un 30% circa dei voti in assemblea, ma dovranno fare i conti con un 9% degli enti a loro volta azionisti di banche socie di Piazzetta Cuccia (Fondazione Cariverona e Crt sono in Unicredit).
Intanto, un’altra piccola limatura è stata portata al patto di sindacato: Ratti, socio industriale con lo 0,2%, ha disdettato l’accordo.