Oggi le partenze ritardate di cinque minuti

In segno di protesta, tutti i treni in partenza quest’oggi dalle stazioni lombarde, dalle 10 alle 11,30, ritarderanno la partenza di 5 minuti. É quanto annuncia una nota unitaria delle segreterie della Lombardia di Filt Cgil, Fit Cisl Uilt Uil, Ugl Trasporti, Orsa Trasporti, Fiasa e Fast, dopo l’incidente di mercoledì notte sulla linea ferroviaria Milano-Torino dove ha perso la vita un lavoratore di una ditta appaltatrice impegnata in lavori riguardanti il rinnovo della linea Alta Velocità. «Chiediamo a Fs - si legge nel comunicato - di aumentare il grado di controllo su tutte le aziende impegnate sugli impianti ferroviari, affinché le procedure di sicurezza siano rispettate e gli strumenti di protezione siano consegnati ed utilizzati».I sindacati e le Rsu dell’azienda bolognese Clf (Costruzioni Linee Ferroviarie), di cui era dipendente Carlo Pistoni, hanno nel frattempo indetto uno sciopero per il giorno dei funerali della vittima. «La responsabilità e l’eventuale mancata applicazione delle procedure previste non possono ricadere o essere imputate al lavoratore che ha perso la vita», sottolinea in una nota la Fillea-Cgil di Bologna che chiede che la Clf aumenti «la formazione per la sicurezza rivolta a tutti i lavoratori, in modo tale che la cultura della sicurezza sul lavoro diventi consapevolezza generalizzata». Il sindacato chiede anche «un confronto urgente sull’organizzazione del lavoro, sugli orari e sulla sicurezza, con l’obiettivo di rendere effettive ed efficaci, e non solo formali, le procedure previste in tema di sicurezza».