Oggi primo incontro tra Bianchi e Cimoli

da Milano

Il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi inizierà oggi una serie di incontri per esaminare il dossier Alitalia, uno dei più «scottanti» che ha trovato sul tavolo. Alle 11 vedrà il presidente e ad della compagnia, Giancarlo Cimoli. Nel pomeriggio, alle 15.30, sarà la volta dei sindacati confederali mentre domani alle 11 toccherà alle associazioni professionali di piloti e assistenti di volo.
Bianchi farà il punto sulla situazione, a cominciare dallo stato di salute della compagnia, che nel primo trimestre ha registrato una perdita superiore alle attese, e dallo stato delle relazioni industriali, diventate molto più tese negli ultimi mesi con la richiesta, da parte di alcune sigle sindacali, di un intervento del governo e di una svolta radicale in una gestione giudicata «disastrosa». Va ricordato che il ministro «di riferimento» dell’Alitalia (meno 1,6% ieri in Borsa) non è quello dei Trasporti - la cui competenza è legata all’attività svolta dalla compagnia e al sistema in cui opera - ma è quello del Tesoro, azionista al 49,9%, e che quindi è titolare di tutte le scelte di «governance». Ieri Giancarlo Cimoli si è incontrato con il presidente di Airbus, Gustav Humbert: la fase di rilancio del piano industriale prevede infatti anche un rinnovamento della flotta.