Oggi a Roma Feltri in campo per la libertà di stampa

Ci sono due pesi e due misure per valutare la libertà di stampa. Due pesi e due misure che vengono applicati, come un’etichetta, a seconda della convenienza politica. E così, se a pubblicare in prima pagina le vicende private di alte cariche politiche sono i giornali di sinistra, allora quel lavoro viene applaudito e acclamato come giornalismo d’inchiesta. Ma se al contrario, lo stesso viene fatto dalla stampa di centrodestra, ecco che si parla di «dossieraggio», «fabbrica del fango», «killeraggio». Ne sono un esempio le ultime perquisizioni alle sede del «Giornale» e di «Panorama», «colpevoli» per una certa magistratura di non essere allineati nella caccia al Cavaliere. Di questo argomento si discuterà oggi alle 17 al convegno «In difesa della libertà di stampa: due pesi, due misure», presso la Chiesa di Santa Marta in piazza del Collegio Romano 5, a Roma. Il dibattito sarà introdotto dal senatore Sandro Bondi e dall’onorevole Daniela Santanchè. Interverranno il direttore editoriale del «Giornale» Vittorio Feltri, Maurizio Belpietro, direttore di «Libero», Augusto Minzolini, direttore del Tg1 e il direttore di «Calabria Ora» Piero Sansonetti. Numerosa anche la presenza di politici al convegno: è prevista la partecipazione del ministro Ignazio La Russa, del coordinatore del Pdl Denis Verdini, del capogruppo Pdl alla Camera e del presidente dei senatori Pdl Maurizio Gasparri.