Oggi la Roma-Ostia Il sogno di Anna: «Vinco qui e poi un hamburger»

Riecco la RomaOstia, con tutto il fascino della mezza maratona più partecipata d’Italia, oltre 10mila iscritti. E riecco il sole, che accompagna i podisti al mare (ieri al Nando Martellini di Caracalla alla assegnazione dei pettorali sembrava fosse estate) per 21 chilometri e 97 metri («i più duri», giura Linus, maratoneta incallito). Oltre al dj italiano più famoso, si presentano al via questa mattina (partenza suddivisa in tre onde: 9,25, 9,30 e 9,40) alcuni tra i migliori specialisti della maratona, come (fra le donne) la tedesca Irina Mikitenko, detentrice della migliore prestazione mondiale 2008 sulla distanza e le azzurre Rosalba Console e Anna Incerti. Quest’ultima, siciliana di Bagheria, classe 1980, è affezionata alla gara capitolina («arriva poco prima della maratona di Roma, appuntamento al quale tengo moltissimo») ed è pronta a tenere il passo della teutonica, atleta a sua volta formidabile che i bookmakers d’Oltremanica neanche quoterebbero. Ma la Incerti (atleta Nike, esattamente come le altre due favorite Mikitenko e Console) è grintosa e, a dispetto d’un fisico minuto (45 chili), sembra una vera e propria guerriera. «Non faccio pronostici, mi sento in forma», queste le sensazioni della vigilia della ventinovenne che corre per le Fiamme Azzurre e che sogna a occhi aperti l’Olimpiade, miraggio per molti. Beninteso, non per una come lei (dodicesima a Pechino), che spiega: «La RomaOstia non è l’Olimpiade, ma è comunque una delle gare più belle per quanto riguarda le mezze maratone. E poi si corre a Roma, città meravigliosa». Fotografatissima, al centro delle attenzioni sul tartan dello stadio delle Terme di Caracalla, la Incerti ha spiegato che «si fanno tanti sacrifici per arrivare a certi livelli. Ma poi, dopo il traguardo, mi prendo le mie soddisfazioni a tavola. Anche in un Mac, visto che vado pazza per hamburger e patatine». La corsa prende il via alle 9,21 con le top runners (le 40 migliori atlete partecipanti) che anticiperanno di 9 minuti la partenza degli uomini per consentire alle telecamere di dare maggiore risalto alla loro gara. Fra gli uomini i favoriti sono Evans Kiprop Cheruiyot, pettorale n.1, Elijah Keitany (4), Stephen Kibet (5), Daniele Caimmi (2) e Ruggero Pertile (3). Per la cronaca, ieri e venerdì al Martellini è andato in scena un evento podistico dal risvolto benefico sulla distanza dei 2000 metri riservato ai ragazzi e alle ragazze delle scuole medie superiori di Roma: gli studenti si sono così avvicinati alla corsa e alla competizione con atleti e allenatori e hanno scoperto i contenuti della community di nikeplus.com.