Oggi sposi. Ma a bordo del peschereccio

Quel ramo del lago di Como... volge a Sestri Levante. Perché questo matrimonio s’ha da fare. E pazienza se qualcuno ha provato a fare il bravo, cioè il cattivo. Sì, insomma, ha provato a convincere don Abbondio a lasciar perdere. Andrea e Simona oggi si sposeranno. E a celebrare le nozze sarà l’amico che avevano scelto da tempo. Ma per farlo, hanno dovuto prendere il largo.
Oggi alle 16.30 si scambieranno il sì e gli anelli tra reti da pesca agghindate con alghe profumate e fari da segnalamento al posto delle candele. Il loro altare sarà un peschereccio, il peschereccio «Polpo Mario». Lì neppure il sindaco potrà fare qualcosa per impedire a Rudy Ciuffardi di celebrare il rito civile. Codice alla mano, non ci saranno impedimenti di sorta: a bordo il comandante è l’autorità costituita. In tutto e per tutto. Ed è anche l’ufficiale di stato civile. Quindi Ciuffardi, che del peschereccio è armatore e comandante, avrà dalla legge quella delega che il primo cittadino di Sestri Levante gli aveva rifiutato poco più di un mese fa.
I due sposi, Andrea Ballarini e Simona Muzio, avevano chiesto al sindaco di consentire all’amico Rudy di ricoprire temporaneamente il ruolo di pubblico ufficiale. Lo fanno in molti, per i Vip è cosa normale. Ma dopo le prime risposte possibiliste, a settembre è arrivata ai promessi sposi una lettera raggelante, che spiegava i motivi per il quale il sindaco non intendeva avvalersi della facoltà di delegare le sue funzioni. Nessun problema. «Il nostro non è un capriccio, né una ripicca nei confronti del sindaco - assicurano Andrea e Simona -. Ma siccome l’amore è un’emozione che può andare al di là di tutti gli ostacoli, abbiamo trovato il modo di sposarci come avevamo deciso». Tutti a bordo. Invitati compresi, che siccome sulle partecipazioni non avevano visto scritto il luogo della cerimonia, scopriranno i particolari oggi sui giornali. Per non correre rischi, oggi gli sposi annunceranno il loro matrimonio anche comprando uno spazio pubblicitario sull’edizione chiavarese del Secolo XIX.