Oggi targhe alterne: ferme le pari

Oggi in vigore un doppio provvedimento antismog che prevede targhe alterne e divieto di circolazione per i veicoli più inquinanti, misura adottata regolarmente quando le polveri sottili superano i limiti fissati. Lo comunica il Campidoglio spiegando che la media del Pm10 registrata dalle centraline nelle ultime ore continua ad essere fuori norma, in coincidenza con le condizioni di stabilità atmosferica che non consentono la dispersione dello smog. Così oggi nella fascia verde della città a partire dalle 7.30 non potranno circolare i veicoli più inquinanti: auto non catalitiche «euro 0», diesel «euro 0» ed «euro 1», minicar diesel «euro 1» e moto e motorini a due tempi «euro 0» a 2, 3, 4 ruote. Dalle 15, inoltre, dovranno restare ferme anche le auto con l’ultimo numero di targa pari, incluso lo zero. Entrambi i provvedimenti termineranno alle 21. Negli orari delle targhe alterne saranno potenziate 44 linee di trasporto pubblico tra le più frequentate, mentre il Comando dei vigili urbani ha disposto l’intensificazione dei servizi di sorveglianza, aggiungendo ai gruppi in servizio ordinario, due pattuglie dedicate esclusivamente al controllo del rispetto dei provvedimenti. La sanzione prevista per i trasgressori è di 74 euro. «Roma avrà la sua oramai periodica razione di targhe alterne, sventolate in pompa magna come la panacea ai mali cronici di traffico e smog. In realtà - afferma Giuseppe Teodoro, capogruppo dei Verdi al Municipio XV - si tratta dell’ennesimo, mortificante quanto inutile palliativo, che servirà solo a mettere a dura prova la già consumata pazienza dei romani, mentre contribuirà ad arricchire ulteriormente le case automobilistiche, felici di lucrare sul mercato dell’auto ecologica. Finora, poi, la sperimentazione delle targhe alterne non ha prodotto grandi effetti sulla qualità dell’aria».