Oggi a terra l’ultimo aereo di Alpi Eagles

La compagnia veneta Alpi Eagles sospende l’attività da oggi «fino all’ottenimento della licenza a tempo indeterminato». Lo ha annunciato la stessa società sul proprio sito internet scusandosi con i passeggeri «per i disagi provocati», ma «la responsabilità è esclusivamente addebitabile ad agenti esterno ad Alpi Eagles, indipendentemente dalla nostra volontà», vi è scritto. La decisione è stata presa in seguito a un comunicato dell’Enac del 29 dicembre che «insinua non precisati impatti sulla sicurezza del volo». Il Tar del Lazio ha fissato per il 17 gennaio l’udienza per la discussione di merito sullo stop decretato dall’Enac. I biglietti acquistati dai passeggeri, dice la compagnia, potranno essere riutilizzati non appena questa sarà rientrata in possesso della licenza. «Consultate i dati dell’andamento delle vendite, al fine di verificare come Enac con i suoi provvedimenti abbia distrutto una buona iniziativa industriale» conclude Alpi Eagles. Pronta la replica dell’ente per l’aviazione civile, che respinge «ogni illazione» avanzata da Alpi Eagles. In una nota, l’ente precisa inoltre che «la compagnia sarà obbligata a sospendere la propria attività di trasporto aereo in quanto l’unico aeromobile di Alpi Eagles rimasto operativo sarà sottoposto a una manutenzione programmata per un periodo della durata di circa 15 giorni».