Oggi tutti in piazza: no global, disoccupati, infermieri e rom

In occasione della riunione del governo, oggi Napoli è una città blindata, con oltre mille uomini delle forze dell’ordine a garantire la sicurezza. Ieri sera si sono concluse le operazioni di «bonifica» che hanno interessato non solo i luoghi dove si terranno il consiglio dei ministri e la conferenza stampa ma anche il percorso che compiranno auto blu e pullman con a bordo ministri e funzionari. Saranno presenti anche molti poliziotti in borghese e una decina di tiratori scelti sarà appostata sui tetti dei palazzi che si affacciano su piazza Plebiscito. Prevista l’interdizione dello spazio aereo sovrastante il centro cittadino ma non una «zona rossa». Oggi a Napoli sono in programma anche cortei e presidi. In piazza del Gesù si sono dati appuntamento due coordinamenti di disoccupati, in piazza Matteotti il Sindacato lavoratori in lotta, in corso Umberto i «lavori socialmente utili» e in piazza Garibaldi gli immigrati. E poi c’è il corteo della Cisal il sindacato che riunisce molti addetti alla gestione dei rifiuti. Nel pomeriggio, sono previste manifestazioni degli operatori socio-sanitari, dei centri sociali, dei «grillini», dei «girotondini» e dei no global capitanati dall’ex deputato Francesco Caruso. In piazza anche i cittadini di Chiaiano e Marano e i rom di Ponticelli.