Oggi il verdetto della Borsa Debito sotto osservazione

Le agenzie di rating esaminano l’operazione Volano Pirelli e Camfin. I dubbi degli analisti

da Milano

Il verdetto della Borsa sull’operazione approvata ieri dal cda di Telecom Italia arriverà solo oggi: per tutta la giornata i titoli del gruppo sono rimasti sospesi, essendo il consiglio terminato quando la Borsa era già chiusa.
Va però registrato che già ieri il mercato si è dedicato all'acquisto degli altri titoli della scuderia, in primis Pirelli e Camfin, a monte della catena di controllo. Così Pirelli, che già da inizio mese è salita del 12%, ha chiuso in rialzo del 4,5% a quota 0,80 euro con scambi record, che hanno coinvolto il 6,72% del capitale ordinario. Mentre Camfin, che controlla Pirelli, ha terminato la seduta in rialzo del 6,53% a quota 1,8 euro. Bene anche Ti Media, la società controllata al 69% da Telecom a cui fa capo la rete La7, che ha terminato salendo del 2,5% a 0,4 euro.
L’unica nube si è formata in seguito alla decisione di Standard & Poor's di mettere i rating di Telecom Italia (BBB+ a lungo termine e A2 a breve) sotto osservazione con implicazioni negative. La decisione (presa prima ancora del consiglio del gruppo) ha fatto seguito alle «indiscrezioni di una possibile drastica riorganizzazione delle attività di telefonia fissa e mobile del gruppo». Un annuncio che Tronchetti ha commentato dicendo di aspettarsi che le agenzie non cambieranno i rating, essendo la riorganizzazione del gruppo totalmente neutrale rispetto all’attuale situazione, e non prevedendo alcuna variazione negli asset.
Mentre Morgan Stanley e Goldman Sachs non credono all'ipotesi della cessione di Tim. Secondo gli analisti di Morgan l’ipotesi più probabile è la separazione di fisso e mobile. Inoltre il mobile potrebbe poi essere separato in wholesale e retail. E Telecom potrebbe seguire l'esempio di Bt e fare un accordo sul fisso con le attività di settore, in modo da agevolare il lancio di offerte su banda larga.
Gli analisti concludono che nel breve periodo la volatilità sull’azione Telecom è destinata a salire mentre per il momento la creazione di valore per gli azionisti non è affatto assicurata.