Oggi il verdetto dell’Antitrust

Dopo la Consob oggi sarà l’Antitrust a prendere la parola sull’Opa (2,7 euro per azione) con cui Unipol conta di impossessarsi di Bnl. Nelle scorse settimane l’Authority guidata da Antonio Catricalà aveva sospeso il dossier in attesa di soppesare il ruolo di Mps nella catena di controllo del gruppo assicurativo ma la sensazione è che alla fine il verdetto sarà positivo per l’ad della compagnia bolognese, Giovanni Consorte. Oltre alla parte relativa agli sportelli bancari (che a quanto si apprende non solleva problemi se non per alcune marginali sovrapposizioni in Emilia-Romagna e Toscana), gli uomini di Catricalà si pronunceranno sulla parte più propriamente assicurativa della scalata legato all’unione Bnl Vita-Unipol. Intanto sembra essere scivolata a domani la pubblicazione del prospetto informativo dell’Opa su Via Veneto. A patto di ottenere il definitivo via libera della Consob che la scorsa settimana ha dato all’Opa un assenso condizionato in attesa che Unipol apportasse alcune integrazioni a un prospetto che si preannuncia molto corposo.