Da oggi vigili con lo spray al peperoncino

D’ora in avanti i vigili si sentiranno più sicuri. Anche quando avranno il turno di notte in estrema periferia. Anche quando dovranno intervenire per sgomberare i commercianti abusivi. Già, perché in tasca avranno una nuova «arma», lo spray al peperoncino.
Sono stati consegnati ai vigili urbani di Milano i primi cinquanta dispositivi «key defender», gli spray al peperoncino. Le mini bombolette saranno utilizzate solo ed esclusivamente in situazioni di emergenza, per autodifesa, e sono autorizzate dal ministero dell’Interno.
«Abbiamo iniziato con 50 dispositivi - spiega il vicesindaco Riccardo De Corato - ma l’intenzione è quella di estendere la dotazione a 1.700/1.800 agenti impegnati in servizi esterni sia per la sicurezza sia per la mobilità». E poi ha sfoderato la stoccata pre elettorale. «A differenza del candidato sindaco per il centrosinistra, Pisapia, che vuole smantellare il gruppo di 150 vigili che opera per la sicurezza di Milano, noi continueremo a rafforzarlo nell’interesse dei milanesi che ci chiedono aiuto. E a dotarlo di strumenti adeguati a tutela della loro incolumità».
Il kit al peperoncino è stato consegnato presso il comando della polizia locale di via Beccaria dal vicesindaco, insieme al Comandante Tullio Mastrangelo e al vice Comandante Silvio Scotti. In particolare sono stati dotati di spray i 27 vigili, tra agenti e ufficiali, appartenenti al nucleo tutela trasporto pubblico, gli ufficiali del gruppo operativo e gli ufficiali del servizio unità operative specialistiche.
«Lo spray al peperoncino sarà un importante strumento di difesa per questi uomini e donne impegnati in servizi ad altro rischio, zone come corso Buenos Aires o l’area del Castello dove si opera contro la presenza di venditori abusivi - ha detto De Corato -. Un mezzo in più a tutela del personale contro la criminalità predatoria su strada perpetrata spesso da clandestini, le occupazioni abusive a Quarto Oggiaro come in altre periferie, e le altre criticità che spesso espongono gli uomini della Polizia Locale al rischio di aggressioni. Basti pensare che nel 2010 sono stati 110 gli episodi registrati e già 54 quelli dei primi mesi del 2011».