Oggi voli a rischio per 24 ore

Milano - Adesioni tra il 30 e il 50%. Sono queste le cifre dello sciopero generale che coinvolge il personale aeroportuale, sia di terra che di volo, fornite dal Sdl (Sindacato dei lavoratori intercategoriale). Per l'intera giornata di oggi, gli assistenti di volo dell'Alitalia non prenderanno servizio e dalle 10 alle 18 si asterrà dal lavoro il personale dei comparti del trasporto aereo. Alle 12.30 erano circa un centinaio i voli della compagnia di bandiera cancellati "e la situazione operativa sta progressivamente peggiorando. Si prevede quindi che le cancellazioni aumenteranno di ora in ora", ha comunicato con una nota il sindacato. Che denuncia comunque che "gran parte delle aziende stanno operando forzature 'comandando' personale in eccesso e non rispettando tempi e procedure previste dalla legge e dalla stessa Commissione di Garanzia".

Treni fermi nel weekend Inizia oggi una nuova tornata di scioperi, che entro il fine settimana coinvolgeranno il settore aereo e ferroviario. Nel weekend, toccherà invece alle ferrovie, con il personale di circolazione del gruppo Fs che si fermerà dalle ore 21 di sabato 21 alla stessa ora di domenica 22, quando saranno assicurati solo i treni a lunga percorrenza. Guai in vista per quei vacanzieri che pensavano di poter sfruttare la partenza infrasettimanale in modo da non dover fare i conti con le file e le attese che spesso si verificano durante il weekend.

Le motivazioni La decisione di dare luogo a uno sciopero generale del trasporto aereo nasce, sottolinea il sindacato, dal "peggioramento del sistema previdenziale pubblico" e dalla necessità di "difenderlo dagli attacchi del privato, contro scaloni e scalini che aumentano comunque l’età pensionabile, contro la precarietà dei nuovi e dei vecchi giovani". Il sindacato di hostess e steward Alitalia, invece, si schiera "contro l’accordo, sottoscritto al ministero dei Trasporti il 6 giugno scorso da Alitalia e dagli altri sindacati confederali e autonomi, in assenza dell’Sdl", spiega l’organizzazione stessa. Lo sciopero di oggi vuole dare "un segnale forte ad Alitalia, ai futuri compratori e al governo" alla luce delle voci sugli esuberi.