Ogni anno perdiamo 1.800 euro

Quasi la metà degli italiani non riesce a tenere sotto controllo i contanti spesi e si ritrova “sparizioni” di cifre consistenti dal borsellino, oltre 1.800 euro l’anno in media, senza riuscire a darsene una spiegazione. Il fenomeno, già classificato come “mistery spending”, ovvero l’incapacità di conservare traccia delle spese in contanti, è stato analizzato da Visa Europe, ovviamente interessata a sottolineare l’utilità dell’uso delle carte di credito. In Gran Bretagna “spariscono” misteriosamente addirittura 83 miliardi di sterline ogni anno. Gli italiani sono battuti dai greci (il 72% non riesce a tenere traccia dei contanti spesi nella settimana) e dai tedeschi (58 per cento).