Ogni Paese «firmerà» le monete che conia

La Commissione europea ha fatto ieri il primo passo verso un euro con un'identità più forte: presto, tutte le monete coniate dai Paesi membri dovranno indicare chiaramente sul loro lato nazionale il nome del Paese d'origine o la sua abbreviazione. Si tratta di una proposta avanzata in collaborazione con gli stessi Paesi membri e che mira a rendere «chiaramente identificabili» tutte le monete in virtù della loro crescente mobilità all'interno dei confini dell'Unione. La proposta verrà sottoposta al consiglio Ecofin del 7 giugno prossimo.