"Oh bej oh bej", gli abusivi tentano di entrare: tensione con la polizia

Circa 150 commercianti abusivi giunti a Milano per la tradizionale fiera degli
«Oh bej Oh bej» ha tentato questa mattina di bloccare il traffico automobilistico di piazzale Cadorna. I manifestanti si
oppongono all’imponente schieramento di forze dell’ordine che già da oltre 24 ore presidia tutte le vie intorno al
Castello Sforzesco. <a href="/a.pic1?ID=311953" target="_blank"><strong>Una lunga notte d'assedio</strong></a>

Circa 150 commercianti abusivi giunti a Milano per la tradizionale fiera degli «Oh bej Oh bej» ha tentato questa mattina di bloccare il traffico automobilistico di piazzale Cadorna. I manifestanti si oppongono all’imponente schieramento di forze dell’ordine che già da oltre 24 ore presidia tutte le vie intorno al Castello Sforzesco per evitare che alle bancarelle di commercianti regolari si aggiungano quelle degli abusivi. La maggior parte dei manifestanti è stata convinta a tornare sui marciapiedi di fronte alla stazione, ma alcuni hanno comunque tentato di impedire la marcia delle auto provenienti da via Boccaccio. Subito dopo hanno proseguito la manifestazione in un breve corteo lungo Foro Buonaparte e cercato, senza successo, di introdursi nell’area delle bancarelle regolari, passando da via Ricasoli. Tra i pilastri che sorreggono il portico davanti alla stazione Cadorna è stato anche esposto lo striscione «vogliamo solo lavorare». I primi manifestanti si sono mossi alle 7 di questa mattina all’angolo tra via Paleocapa e viale Gadio. Tra i cori scanditi dai manifestanti anche quello rivolto a sindaco e vicesindaco di Milano: «Moratti e Decorato, Oh bej Oh bej avete blindato».