Oh Bej Oh Bej

Alla fine si sono dovuti arrendere. Hanno preso baracca e burattini e hanno abbandonato il loro presidio. Sono gli abusivi della fiera degli Oh Bej Oh Bej, che anche quest’anno hanno cinto d’assedio il Castello sforzesco, dove si svolge la tradizionale fiera milanese dal 5 all’8 dicembre, con camper e furgoni. Ci sono volute le forze dell’ordine in assetto anti sommossa, carri attrezzi e un mezzo dell’Atm - con le grate alle finestre - adibito normalmente al trasporto dei clandestini, per farli desistere. Verso le 21 il tratta di viale Alemagna, tra via Paleocapa e viale Gadio, è stato liberato. Al posto degli abusivi l’autobus di Atm, parcheggiato come avvertimento, e un presidio di polizia e vigili che tutta la notte ha vegliato sull’area circostante il castello.
Ma dal parcheggio di Pagano, dove hanno traslocato temporaneamente, gli artigiani e i venditori ambulanti provenienti da tutta Italia, lancino il loro grido di guerra: «Domani mattina torneremo per difendere uno spazio che ci viene concesso da sempre». Minaccioso il vicesindaco De Corato: «Se provano a tornare li porteremo in questura con l’autobus dell’Atm». Giovanni Terzi, assessore alle Attività produttive, dà l’ultimatum: «Se stanno alle regole, possiamo parlare dell’anno prossimo».