O.J. Simpson esce dal carcere su cauzione

L’ex campione di
football americano dovrà versare una cauzione 125.000 dollari e
consegnare alla polizia il suo passaporto entro le prossime 24 ore. Giovedì aveva fatto irruzione in un casinò, armato di pistola, per recuperare alcuni cimeli e
trofei sportivi

Las Vegas - Un tribunale di Las Vegas ha concesso la libertà su cauzione a O.J. Simpson, accusato di concorso in rapina a mano armata, rapimento e aggressione. L’ex campione di football americano, assolto in sede penale nel 1995 dall’accusa di aver ucciso la moglie, Nicole Brown, e l’amico di lei, Ron Goldman, dovrà versare una cauzione 125.000 dollari e consegnare alla polizia il suo passaporto entro le prossime 24 ore. L’ex atleta è stato condotto in manette nell’aula del tribunale per l’udienza che è durata una decina di minuti e che si è conclusa con un accordo tra il pubblico ministero e la difesa. Simpson, 60 anni, era stato arrestato domenica.

La polizia di Las Vegas ritiene che giovedì scorso abbia fatto irruzione, insieme a tre amici, in una stanza del Palace Station Hotel e Casino e abbia minacciato armato di pistole due commercianti per recuperare alcuni cimeli e trofei sportivi. Note sono le sue difficoltà economiche dopo essere stato condannato in sede civile al pagamento di 33,5 milioni di dollari ai parenti della moglie e dell’amico uccisi.