Ok di Bankitalia a progetto di fusione

Bpi-Bpvn

Il Banco popolare di Verona e Novara e la Banca popolare italiana comunicano in una nota che Banca d’Italia ha dato il via libera alla fusione tra i due istituti che porterà alla creazione del Banco popolare. Per quanto riguarda il riparto straordinario della riserva sovrapprezzo di Bpi, sotto forma di dividendo straordinario, a erogare la maxi cedola non sarà più Bpi ma il neonato Banco popolare. Bpi - precisa una nota - prima della data di efficacia della fusione convocherà la propria assemblea, che delibererà l’attribuzione straordinaria della riserva nella misura di 2,17 euro per azione. La delibera sarà subordinata alla verifica e all’attestazione da parte del consiglio di amministrazione di Bpi che al 30 giugno 2007 non si siano verificati eventi negativi tali da incidere sulla consistenza delle riserve; sarà anche sospensivamente condizionata al perfezionamento della fusione.