«Okkupazioni»: ora Action alza il tiro

Action «senza paura» okkupa prima («temporaneamente e simbolicamente») uno stabile di proprietà dell’immobiliarista Stefano Ricucci in via Ferdinando di Savoia, a due passi da piazza del Popolo; poi, impavida, l’Agenzia comunitaria per i diritti (di cui una decina di attivisti sono sott’inchiesta per associazione a delinquere in reati contro il patrimonio immobiliare), s’impadronisce di uno stabile di 12 piani dell’Inpdap a Colli Aniene e vi piazza dentro 117 famiglie. Ieri pomeriggio l’incontro in Campidoglio tra Nunzio D’Erme, il consigliere «disobbediente» in quota ad Action, l’assessore al Patrimonio Claudio Minelli e il capo di gabinetto del sindaco, Luca Odevaine. Chiuso in un imbarazzante silenzio il sindaco Walter Veltroni a cui l’opposizione in Comune chiede di «venire allo scoperto». «La situazione è ormai fuori controllo - dicono Fi e An - chiediamo un consiglio straordinario».