Olanda e Portogallo a un passo dalla qualificazione

Trema la Francia, la Spagna rischia in Serbia e l’Inghilterra insegue la sorprendente Polonia

Giornata decisiva (o quasi) per staccare subito il biglietto per la Germania ed evitare le insidie degli spareggi (si qualificheranno le prime otto di ogni girone e le due migliori seconde, mentre le altre sei squadre arrivate seconde si sfideranno per i tre posti rimasti). Con l’Ucraina già in Germania, oggi pure Portogallo e Olanda potrebbero farcela, confidando però anche negli errori degli avversari nel proprio girone.
Gruppo 1: l’Olanda (25 punti) con Andorra promette la goleada, ma deve sperare che la Repubblica Ceca (21) perda in casa con l’Armenia (situazione quasi impossibile). La Romania (22), seconda, riposa, ma Mutu e compagni hanno solo una gara da giocare contro le tre delle dirette concorrenti. Gruppo 2: Turchia (17) oggi in Ucraina (ore 18,15, diretta Sportitalia) e Grecia (15) in Kazakistan si contendono il secondo posto, con i greci leggermente favoriti (hanno una gara in più da giocare). Gruppo 3: al Portogallo (23) serve la vittoria a Mosca sulla Russia (18) e che la Slovacchia (18) non vinca in Lettonia (14). Gruppo 4: Francia, Irlanda e Svizzera sono a quota 13 con Israele a 12. Oggi spareggio Irlanda-Francia, con la Svizzera a Cipro e Israele nelle Far Oer. Gruppo 6: l’Inghilterra (19) non ha più problemi per il secondo posto, ma deve battere l’Irlanda del Nord (20,45, Sportitalia) per evitare la fuga della capolista Polonia (21). Decisiva sarà la sfida all’ultima giornata in Inghilterra tra gli uomini di Eriksson e la Polonia che oggi ospita il Galles.
Gruppo 7: la Spagna (13) deve solo vincere a Madrid con la capolista Serbia (15). Un pareggio condannerebbe gli iberici e galvanizzerebbe la Bosnia (10) oggi impegnata in Lituania. Gruppo 8: Sfida aperta tra Croazia (19) e Svezia (18), in trasferta rispettivamente contro Malta e Ungheria (13).