Gli olandesi non vogliono rincorrere le notizie

De Correspondent è un quotidiano online olandese fondato cinque anni fa grazie a una campagna di raccolta fondi sul web che ha garantito un capitale iniziale di 1,7 milioni di euro. Il giornale non ospita informazione generalista ma approfondisce una serie di temi che segue molto da vicino. In 8 giorni gli ideatori del progetto (un giornalista, un direttore creativo, un direttore tecnico e un editore) hanno raggiunto l'obiettivo di 15mila sottoscrittori che hanno versato 60 euro per un anno di abbonamento. Nel 2015 gli iscritti alla piattaforma erano 45mila, nel 2016 50mila saliti oggi a 60mila, come è dichiarato sul sito Decorrespondent.nl, che ha anche una versione in inglese accanto all'originale in olandese. Secondo Ernst-Jan Pfauth, editore e cofondatore, il giro d'affari annuo è di 2,5 milioni di euro.

A disposizione degli abbonati ci sono articoli di approfondimento, documentari, podcast audio. «Mettere la persona al centro» è lo slogan del Correspondent. I principi ispiratori dichiarati sono 12, tra cui non rincorrere le notizie del giorno, evitare semplificazioni e luoghi comuni, non mettere al primo posto tra gli obiettivi aziendali di massimizzare i profitti, offrire un giornalismo costruttivo, coinvolgere i lettori, evitare la pubblicità.