Olbia: fermata per droga Diana, l'ucraina del Gf 7

Faceva da &quot;cassiera&quot; all'amico spacciatore. Questa l'accusa rivolta dalle forze dell'ordine di Porto Rotondo a Diana Kleimenova, la &quot;moretta&quot; protagonista della settima edizione del Grande Fratello<br />

Olbia - “Finché indosso le mutande io mi sento vestita”, era solita ribadire Diana Kleimenova davanti alle telecamere del Grande Fratello 7. Questa volta, però, il reggiseno lo aveva, e dentro ci teneva i soldi del traffico di cocaina. Dal Grande Fratello al carcere di San Sebastiano, il passo è stato breve. E' la parabola della starlette di origine ucraina, protagonista della settima edizione del più balsonato fra i reality.

Fermata con un amico ventottenne La "moretta" faceva da cassiera all’amico che spacciava cocaina in una discoteca di Porto Rotondo e contemporaneamente custodiva le dosi pronte per la vendita nella borsetta. E ora Diana sarà ospitata nella sezione femminile del carcere di San Sebastiano a Sassari. I carabinieri di Olbia, in borghese, in servizio di prevenzione all’interno di una nota discoteca di Porto Rotondo, l’hanno fermata intorno alle quattro del mattino insieme all’amico accusato di essere lo spacciatore, un praticante legale di Roma di 28 anni, Vladimiro Mazzucchi.

Soldi nel reggiseno
I carabinieri di Olbia e Porto Rotondo spiegano di avere notato Mazzucchi che passava la cocaina ad alcuni clienti, ritirava il denaro e lo consegnava alla Kleimenova che immediatamente lo infilava nel reggiseno per occultarlo meglio. Una volta fermati e identificati i due sono stati sottoposti a perquisizione personale. Dalla borsetta dell’ex concorrente del Grande Fratello sono saltate fuori 16 pasticche di ecstasy e tre dosi di cocaina. L’uomo è stato trasferito nel carcere di Tempio, il processo si svolgerà per direttissima nei prossimi giorni.