«Olimpiade 2020, Prodi sostenga Milano»

Il sindaco Letizia Moratti annuncia che Milano è pronta a candidarsi per l’Olimpiade del 2020. E lo fa a Roma a poche ore dal conclave di Lesmo, il seminario con assessori e saggi durante il quale si era deciso un rilancio di Milano attraverso una grande strategia di comunicazione e l’organizzazione di grandi eventi internazionali. E quale grande evento è più internazionale di un’Olimpiade? Dopo Lesmo, ma anche il giorno dopo che il sindaco Walter Veltroni ha minacciato di ritirare Roma dalla candidatura per il 2016. Una partita a scacchi per logorare i nervi dell’avversario? «Così come il governo - le parole della Moratti - ha sostenuto Torino per i Giochi invernali, mi aspetto che faccia la stessa cosa con Milano». Le Olimpiadi sarebbero l’occasione per rilanciare il turismo e attirare investimenti da tutto il mondo. «La presenza dei visitatori stranieri è in calo - dicono gli esperti - perché Milano non è considerata una città attrattiva. Barcellona e la stessa Torino grazie alle Olimpiadi hanno potuto costruirsi un’immagine vincente a livello internazionale, quello di cui avrebbe bisogno Milano in questo momento».