Olimpiadi 2016 Un convegno «bipartisan» per ripartire

Cochi (An): «Vorrei sapere il governo che ha fatto» Foschi (Ds): «Una grande opportunità economica»

«Riprendiamo il cammino della candidatura olimpica di Roma». È l’appello che i consiglieri comunali e regionali hanno lanciato nel corso del convegno «Verso la candidatura olimpica Roma 2016», svoltosi ieri all’hotel de Russie. Dopo il sì della Camera, lo scorso 18 ottobre, alla candidatura ufficiale di Roma per i giochi olimpici del 2016, Campidoglio, Regione e Coni hanno aperto un dibattito su quali possono essere le opportunità che questo evento può portare alla Capitale.
Franco Figurelli, presidente della commissione Sport in Campidoglio, dopo l’appoggio delle istituzioni, ha notato «un distacco da parte di quelli che sono gli attori principali dell’evento: associazioni sportive e ambientaliste. Le Olimpiadi - ha detto Figurelli - possono aiutare Roma allo sviluppo, la città si sta preparando ai mondiali di nuoto del 2009 che sicuramente ci aiuteranno a rafforzare la candidatura. Oggi le associazioni sportive e ambientaliste devono cominciare a far sentire la propria voce e si deve parlare dell’evento e non solo dal punto di vista istituzionale». Alessandro Cochi, consigliere comunale di Alleanza Nazionale, denuncia invece il silenzio delle istituzioni e chiede se nella Finanziaria è stato previsto qualcosa: «Da quanto ne so io niente. Vorrei una risposta su quelli che saranno gli interventi del governo e degli enti locali, e presto chiederò un consiglio comunale straordinario».
«Dobbiamo guardare alla candidatura come a una grande opportunità economica - ha spiegato Enzo Foschi, vicepresidente della commissione Sport alla Regione -. Ci dobbiamo attrezzare per vincere la competizione» e per questo Foschi chiede «una grande unità politica e istituzionale, poteri speciali a Roma, totale coinvolgimento del mondo economico e imprenditoriale e crescita della cultura dello sport».
«L’iniziativa bipartisan messa in campo oggi (ieri, ndr) - ha detto il consigliere regionale di An, Pietro di Paolo - ha lo scopo di tenere alta l’attenzione sulla candidatura di Roma alle Olimpiadi 2016. Vorrei sottolineare, poi, come per la prima volta tutte le forze politiche sono impegnate così esplicitamente per un obiettivo comune». «Il dibattito - aggiunge il consigliere di An - è stata un’occasione importante per ribadire come Roma raffiguri sempre di più la città dello sport e dei suoi valori. Non solo. Le Olimpiadi possono essere un’occasione di sviluppo per la città, e per questo è necessario vigilare affinché la realizzazione di opere pubbliche, quali per esempio quella di Tor Vergata o del Foro Italico, non diventino cattedrali nel deserto». «Infine - ha concluso di Paolo - nel convegno si è voluto ribadire l’importanza del coinvolgimento di tutte le realtà del mondo dello sportivo, soprattutto quello dello sport di base e dai suoi rappresentanti».