Le olimpiadi del cuvée in Franciacorta

Creare una cuvée, una delle sfide più impegnative per un enologo. E anche un gioco (maledettamente serio, però) a cui partecipano decine di appassionati di tutta Italia. Lo organizza per il decimo anno Contadi Castaldi, l'azienda della Franciacorta che fa parte dell'impero del vino e del benessere di Vittorio Moretti, patròn anche di Bellavista, Petra e Tenuta La Badiola. Lunedì 23 maggio alle 17 nella cantina dell'azienda saranno in 160 a sfidarsi nel creare una cuvée grazie assemblando i vini base della più recente vendemmia, che sarà poi in affinamento sui lieviti per i prossimi anni. Una tecnica, quella dell'assemblaggio, per pochi addetti che con questa operazione viene svelata e resa praticabile per quanti vogliono mettere alla prova la propria capacità di «prevedere» la crescita e l'evoluzione di una cuvée nel tempo, partendo da una tipologia, il Satèn, che più di tutti i Franciacorta esprime l'eleganza del territorio. I 160 appassionati, molti dei quali scelti attraverso i microlaboratori "Cuvée Design» che Contadi Castaldi ha condotto nel 2010 in 50 città italiane grazie a un metodo studiato da Giacomo Mojoli in collaborazione con il Politecnico di Milano, saranno divisi in 16 squadre. A scegliere la cuvèe vincitrice sarà una giuria di esperti guidata dall'enologo di Contadi Castaldi Gian Luca Uccelli. In premio alla squadra vincitrice 120 magnum di Contadi Castaldi Satèn. La serata si concluderà con una cena pensata da Vittorio Fusari della Dispensa Pani e Vini di Adro e da Philippe Léveillé del Miramonti L'Altro di Concesio. Per info tel. 0307762702.