Olimpico, oggi il «derby della svolta»

Attesa febbrile. È il «duello della svolta» come l’ha definito lo stesso Luciano Spalletti, tecnico della Roma. Aggiungendo ironico: «Sento che faremo qualcosa di buono. Ai laziali? Invidio solo i capelli». «Non siamo fenomeni, ma se abbiamo vinto con Fiorentina e Palermo, un motivo ci sarà», dice secco Delio Rossi, allenatore biancazzurro. La Roma cerca la riscossa dopo un avvio deludente; la Lazio attende conferme importanti. Il tutto condito da un clima infuocato sugli spalti. Ieri, in tremila erano a Trigoria. I supporters di Totti & Co. hanno consegnato al «Pupone» 11 rosari. Uno striscione avverte: «Scegliete: l’inferno o il paradiso». Intanto, all’Olimpico allestite misure speciali per la sicurezza.