«Olio combustibile, addio nel 2010»

Entro il 2010 l’Italia dovrebbe poter svincolare la propria produzione elettrica dal petrolio, attraverso un mix di gas, carbone ed energia pulita rinnovabile, che permetterà al Paese di sciogliersi dai problemi legati al caro-greggio. Lo ha sottolineato il ministro per le Attività produttive, Claudio Scajola, spiegando che «stiamo predisponendo un piano nazionale» e annunciando che a gennaio 2006 il governo convocherà la conferenza nazionale sull’energia. Scajola ha detto che «si tratta di un programma che consentirà di dar sicurezza alle forniture, di eliminare gradualmente l’uso del petrolio dalla produzione elettrica che un mix che punti - a breve - su gas, carbone pulito ed energie rinnovabili. E - ha aggiunto - di avvicinare i prezzi italiani a quelli medi europei», riducendo quel gap che vede ancora le bollette italiane penalizzate nel confronto con i partner del vecchio continente.