Olio d’oliva adulterato: 39 arresti

Sette oleifici e 25 mila litri di olio sequestrati. Trentanove persone in manette per associazione a delinquere finalizzata alla produzione e commercializzazione di olio extravergine di oliva sofisticato. È il bilancio dell'operazione dei carabinieri dei Nuclei antisofisticazioni sanitarie di Bari dopo un blitz nel foggiano e nell'intero territorio nazionale e a seguito di indagini condotte dai Nas di Bari e coordinate dalla procura della Repubblica di Foggia. La frode avveniva, secondo l'accusa, mediante l'impiego di olio di semi di soia, anche geneticamente modificato, e di girasole, addizionati con betacarotene e clorofilla industriale. Questi prodotti, imbottigliati con etichette di fantasia riferite ad aziende inesistenti e accompagnati da falsi documenti commerciali e di trasporto, venivano poi commercializzati sul mercato nazionale ed estero.