«Olioliva» celebra l’extravergine e la dieta mediterranea

Tre giorni di degustazioni, incontri, laboratori tematici e cultura gastronomica, all’insegna della dieta mediterranea, appena elevata dell’Unesco a patrimonio mondiale dell’umanità: propone tutto questo, in estrema sintesi, «Olioliva 2010-Festa dell'olio nuovo», la rassegna in programma da oggi a domenica a Imperia e dedicata all’extravergine di Liguria. «Con la decima edizione di Olioliva, Imperia diventa un importantissimo polo dell'agroalimentare europeo» spiega l’assessore regionale all’Agricoltura, Angelo Barbagallo, intervenendo alla presentazione dell’iniziativa. E ricorda: «Della dieta mediterranea si è cominciato a discutere e a confrontarci con tanti studiosi proprio qui, una trentina di anni fa. Ed è anche merito della nostra comunità se oggi ha ottenuto il prestigioso riconoscimento dell’Unesco. Ecco perché - conclude Barbagallo - la Regione Liguria crede sia giusto e importante, fin da dalla prossima edizione di Olioliva, affiancare agli eventi in programma, insieme con le realtà locali, una nutrita realtà dei prodotti e della cucina del territorio». Gli fa eco il presidente della Camera di commercio imperiese, Lupi, secondo cui, in particolare, «quest’anno la manifestazione si caratterizza per una formula inedita, non più solo per una location come quella tradizionale di Imperia, ma per una serie di appuntamenti estesi al 2011, sempre dedicati all’olio e ai prodotti tipici della Riviera, che toccheranno tutte le valli dell’entroterra della provincia»: sette week end, a partire da metà gennaio fino ai primi di marzo, che vedranno protagonisti i comuni dell’Associazione nazionale città dell’olio. Il percorso culminerà con un convegno internazionale dedicato all’alimentazione mediterranea che dovrebbe tenere a battesimo il costruendo Auditorium della Camera di commercio di Imperia, pronto a marzo.