Oliver Stone: «Vorrei entrare nel business della marijuana»

Una carriera alternativa per Oliver Stone? Il regista sta pensando di entrare nel business californiano della marijuana, perché a suo dire nello stato si produce la miglior erba del mondo e c’è un grandissimo giro economico. Stone non ha mai fatto mistero di essere un sostenitore della marijuana. Ha già trascorso del tempo dietro le sbarre alla fine degli anni ’60 quando è stato trovato in possesso della sostanza al confine tra Messico e Stati Uniti. Ne parla sul prossimo numero di High Times, sulla cui copertina si fuma uno spinello. «Se apprezzate l’erba della California - ha detto - vi renderete conto che ha sorpassato la Thailandia, la Giamaica, il Sud Sudan e certamente il Messico, come re e regina dell’erba di qualità». Dopo aver dimostrato di essere esperto in materia ha quindi aggiunto: «Sto pensando di entrare nel business, anche se ho il sospetto che sarebbe molto stressante con gli agenti federali che cambiano continuamente le regole, quei bastardi».