La Oliveri riparte da Musso: «Con me ai comizi»

Repetto: «Devo riconquistare chi non ha votato» Broglia incontra Follini: decido con lui le alleanze

Undicimila voti di distacco. Riparte da qui la sfida fra Alessandro Repetto (Unione) e Renata Oliveri (Cdl) per la Provincia. Repetto, presidente uscente, ha raccolto 213mila voti, il 49 per cento. Parte in vantaggio: ha vinto in 21 dei 36 collegi elettorali e tutti danno come possibile l’apparentamento, al ballottaggio del 10 e 11 giugno, con Fabio Broglia, candidato dell’Italia di Mezzo di Follini, terzo con 5mila voti. «È mia intenzione riuscirci, nei prossimi giorni ci sarà un primo abboccamento con l’Italia di Mezzo» dice Repetto. Renata Oliveri (202mila voti pari al 46,3 per cento) non si spaventa: «Non l’ho fatto quando i sondaggi mi davano venti punti indietro, figuriamoci se mi scoraggio ora» racconta. E annuncia una sorpresa: al suo fianco, nell’ultimo sprint di campagna elettorale, continuerà a esserci Enrico Musso, il candidato sindaco della Cdl: «Il tandem - aggiunge la Oliveri - continuerà a macinare comizi e chilometri in tutta la provincia. Insieme ai partiti della Cdl, poi, valuteremo se apparentarci con alcuni partiti rimasti soli al primo turno».
È cominciata, insomma, la partita delle alleanze. Al ballottaggio non ci sono soglie da superare, vince chi ha più voti dell’avversario. Repetto ha raccolto più consensi in città ed è crollato nel Tigullio. I risultati migliori li ha ottenuti a Cornigliano (60 per cento), Rivarolo (65), Sestri Ponente (62), Voltri (63) e in Valpolcevera (61). Non ha sfondato a Busalla (47 per cento), a Casella (49), Staglieno (49), in Valle Sturla (48) e a Sestri Levante. Repetto non è preoccupato dal voto in provincia. «In questi giorni insisterò soprattutto sulla città, sui quartieri come Voltri, Marassi, San Teodoro dove tanta gente non è andata a votare - spiega - Voglio recuperare il rapporto con chi, disertando le urne, ha mandato un segnale di sfiducia».
La Oliveri chiude il primo turno vincendo in 15 collegi e ottenendo un grande risultato nel Tigullio. «Merito anche dei candidati di Forza Italia» dicono l’onorevole Gabriella Mondello e il consigliere regionale Gino Garibaldi. In generale, la Oliveri raccoglie i maggiori consensi nei due collegi di Chiavari (55 per cento), in Valfontanabuona (66), a Rapallo (59 e 61), a Recco (56) e a Santa Margherita (64).
La candidata della Cdl ora prenderà contatto con i partiti esclusi dal ballottaggio, dalla Democrazia cristiana al Mil, dalla Democrazia cristiana delle autonomie a Italiani nel Mondo. «Mi muoverò d’intesa coi partiti della Cdl - conclude -. Una spinta arriverà anche dai presidenti dei Municipi del centrodestra eletti a Genova, possono aiutarmi a recuperare consensi in città. Se annuncerò la squadra di governo prima del voto? Non è escluso». Non ci pensa invece Repetto: «Non credo porti un valore aggiunto. I cittadini ci hanno dato uno schiaffo, ora aspettano una risposta, vogliono sapere che cosa si farà».
Tutti gli occhi sono puntati su Fabio Broglia dell’Italia di Mezzo: «Sto per incontrare Marco Follini - raccontava ieri sera alle 18 - Insieme metteremo a punto una proposta da sottoporre a Repetto e Oliveri, vogliamo sapere come intendono risolvere alcuni problemi concreti. In base alle risposte decideremo se allearci, e con chi». Il partito non chiude nessuna porta: «Senza di noi, non ci sarebbe stato il ballottaggio».