Ollio per una delusione sentimentale va con Stanlio nella Legione straniera

In edicola da domani «I diavoli volanti» seconda avventura con Laurel e Hardy

Non tornerò più in America, confida Ollio al preoccupato Stanlio, che si lamenta: «Se resti a Parigi rischiamo di perdere il posto al mercato del pesce». Ma qual è il segreto che trattiene Ollio in Francia? Semplice, si è perdutamente innamorato di Giorgetta, la vezzosa figlia dell’albergatore, da cui alloggia con l’amico, e non vede l’ora di sposarla. Il frescone ignora non solo che la ragazza si prende gioco di lui, ma che ha già marito, l’irascibile ufficiale della Legione straniera Francesco, appena rientrato da una licenza con il proposito di partire per il Marocco con la sua bella. La delusione sentimentale spinge al suicidio Ollio, deciso a buttarsi nella Senna con una pietra che lega a lui il riluttante Stanlio. Ma mentre stanno per tuffarsi («col pericolo di beccarsi una polmonite», puntualizza saggiamente Stanlio) interviene proprio lo sconosciuto Francesco, di cui anche loro ignorano l’identità, che li convince ad arruolarsi tra i legionari.
Invano nel fortino africano Stanlio esorta il compagnone, con cui è stato dirottato in lavanderia tra una montagna di panni, a dimenticare l’amato bene lontano. Sennonché improvvisamente Giorgetta giunge al reparto per riunirsi al consorte, mentre Stanlio e Ollio stanno per svignarsela, credendo sia un loro sacrosanto diritto interrompere il contratto. Arrestati per diserzione, i due sono destinati al plotone d’esecuzione, ma grazie a una botola nel pavimento riescono ancora una volta a fuggire, finendo senza volerlo nell’appartamento di Giorgetta. Stavolta è Francesco, che li ha colti in flagrante mentre cercano di far rinvenire la ragazza, svenuta per lo spavento, a volerli morti. Un aereo lasciato incustodito nell’hangar sarà la loro salvezza. Con un finale a sorpresa dopo lo schianto in cui sopravvive solo Stanlio e Ollio si trova trasformato in un cavallo. Parlante e con tanto di bombetta.
Questa la trama de I diavoli volanti, girato nel 1939 da Edward Sutherland, il secondo spassoso dvd che i lettori potranno trovare da domani in edicola allegato al Giornale con il sovrapprezzo di 7 euro e 90. Oltre alla versione italiana, il dvd è fornito anche di quella originale, di un’esilarante comica muta (Lucky Dog) e delle scene più buffe, prima fra tutte la sequenza dove Stanlio e Ollio ballano il tip tap tra gli allibiti legionari. Buon divertimento.