Olmert dà il via libera al corridoio umanitario

Il premier israeliano Ehud Olmert ha dato il via libera alla creazione di un corridoio umanitario per l’invio, attraverso Cipro, degli aiuti alla popolazione libanese. Il portavoce del ministero degli Esteri israeliano, Mark Regev, ha confermato che il capo del governo ha adottato tale decisione dopo essersi consultato con il ministro degli Esteri, Tzipi Livni, e il ministro della Difesa, Amir Peretz. «Israele sta cooperando con la comunità internazionale affinché gli aiuti umanitari raggiungano il Libano», ha detto Regev. «Il popolo libanese non è il nostro nemico e agiremo con la comunità internazionale per accelerare l’arrivo degli aiuti», ha aggiunto. L’apertura del corridio umanitario era stata chiesta a gran voce nella giornata di ieri da molti esponenti dei governi europei. Fra questi anche il ministro degli Esteri italiano Massimo D’Alema, che ieri alla Farnesina ha incontrato il deputato libanese Saad Hariri, figlio dell’ex premier assassinato il 14 febbraio dello scorso anno.