Olmert: "Ho un tumore, ma resto al mio posto"

Il premier israeliano annuncia che gli è stato diagnosticato un cancro alla prostata: "E' in fase iniziale, non lascio il mio incarico, né farò un rimpasto. Sarò operato tra qualche mese"

Gerusalemme - Al premier israeliano Ehud Olmert è stato diagnosticato un tumore alla prostata, ancora in fase iniziale. Il cancro non richiede una radioterapia e non gli impedirà di portare avanti il suo lavoro. Lo ha annunciato egli stesso, in una conferenza stampa convocata a sorpresa nel suo ufficio a Gerusalemme. "Si tratta di un tumore microscopico, senza metastasi, che può essere rimossò - ha detto Olmert -. Sulla base della diagnosi medica, così mi è stato riferito, non c’è bisogno di radiazioni o di chemioterapia. La rimozione del tumore avrà luogo fra alcuni mesi".

Resta al comdando "Sarò in grado di svolgere a pieno il mio incarico, sia prima della cura che dopo" ha proseguito il primo ministro. Il primo ministro ha spiegato di essere abituato a sottoporsi a un check-up annuale. Così ha fatto anche adesso, al ritorno da una breve missione in Russia. L’esito degli esami gli è stato inoltrato durante il week-end, ha precisato. Olmert ha ostentato grande serenità durante la breve dichiarazione alla stampa. Al termine due medici curanti, i dottori Shlomo Segev e Koby Ramon, hanno risposto alle domande dei giornalisti, mentre Olmert ha lasciato la sala. Il vicepremier Tzipi Livni (che si trova attualmente in Cina) e il capo dello stato Shimon Peres sono stati informati degli ultimi sviluppi nelle condizioni di salute del premier.