Olmert: l’Europa non ci faccia prediche

«Che diritto hanno di fare la predica a Israele?»: il primo ministro israeliano Ehud Olmert si è rivolto in modo retorico ai leader europei, sottolinenado come non abbiano il diritto di criticare gli effetti sui civili provocati dal conflitto Israele-Hezbollah in Libano. «I Paesi europei hanno attaccato il Kosovo uccidendo diecimila civili - ha ricordato Olmert - e nessuno di quei Paesi aveva mai subito attacchi missilistici come noi» (in verità le vittime civili dei raid Nato sono comprese tra 500 a 2.000, a seconda delle fonti, ndr). Olmert comunque dice che non è sua intenzione criticare l'intervento Ue in Kosovo, tuttavia sottolinea: «Per favore, non fateci la predica sulle conseguenze per i civili». «Se gli hezbollah avessero valutato bene le conseguenze del loro attacco, lo avrebbero messo a segno ugualmente?», si è chiesto.