Olmert in Russia cerca rassicurazioni su Iran e Siria

Mosca. La Russia non consentirà che la sicurezza di Israele sia minacciata, ma non ha fatto promesse concrete sulla vendita di armamenti all’Iran. Il primo ministro israeliano, Ehud Olmert, in visita al Cremlino, ha dichiarato di aver ricevuto garanzie in tal senso, ma non ha detto di aver ottenuto le assicurazioni che cercava sulle vendite di armi russe all’Iran o sulle sanzioni nei confronti della Repubblica islamica. Olmert nei giorni scorsi aveva chiesto alla Russia di non destabilizzare il Medio Oriente attraverso la vendita di armi.
Dopo un incontro al Cremlino con il presidente Dmitri Medvedev, il primo ministro israeliano ha detto di partire con «la sensazione che i più alti livelli del governo comprendono bene la posizione israeliana e sono consapevoli delle ramificazioni che simili vendite avrebbero sulla stabilità nella regione». Olmert ha aggiunto che le parti hanno raggiunto un accordo per istituire un forum che «promuova il loro dialogo strategico» e che le discussioni includano le vendite di armi. Ma non ha fornito indicazioni su offerte più concrete provenienti dal presidente Medvedev.