Gli oltre 80mila cresimandiin festa allo stadio MeazzaBenedetto XVI: "Siate santi"

Bagno di folla per Benedetto XVI in tutta la città. Festa tra i cresimandi allo stadio. In serata la veglia di preghiera

"Viva il papa!". Nel suo secondo giorno per il VII Incontro mondiale delle famiglie, il papa Bendetto XVI è stato accolto da un vero e proprio boato e da un grosso applauso al suo ingresso sul prato dello stadio Meazza per incontrare i cresimandi della Diocesi ambrosiana. "È bello poterti accogliere in questo stadio dove giocano i nostri campioni - ha detto uno degli 80mila ragazzi presenti a San Siro - per noi sei tu il campione più grande".

"Cari ragazzi, vi dico con forza: tendete ad alti ideali, siate santi!". Accompagnato dall’arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola, e dal segretario di Stato Tarcisio Bertone il Santo Padre ha ricevuto un'accoglienza molto calorosa da uno stadio quasi completamente esaurito che ha dato vita a una coreografia colorata, realizzata con pettorine, foulard e cartoncini sugli spalti e da un migliaio di figuranti sul campo. "In questo famoso stadio di calcio, oggi i protagonisti siete voi!", ha esclamato il Papa tra gli applausi della folla di ragazzi. "Benvenuto Santo Padre" è il messaggio che si legge sul grande tabellone luminoso dello stadio, mentre alle spalle del palco e sul prato sono stesi alcuni striscioni con la scritta "Prendi il largo con Pietro" che dà il titolo all’incontro. L'arrivo del Papa a San Siro è stato ritardato di oltre mezz’ora a causa della numerosa folla di fedeli incontrata sul percorso dal Duomo allo stadio. Anche oggi una svariate centinaia di persone si sono assiepate davanti al sagrato del Duomo per assistere dal megaschermo alla meditazione tenuta da Benedetto XVI e per salutare il Santo Padre che ha lasciato la cattedrale a bordo della Papamobile accompagnato da don Georg e dal cardinale Scola.

Dal palco di San Siro il primo a prendere la parola è stato Scola che ha spiegato che i giovani cresimandi "sono molto attaccati al Papa" e "sono convenuti qui così numerosi da ogni parte della nostra vasta Arcidiocesi perchè sono desiderosi di imparare dalla viva voce della Santità Vostra il significato e il valore del dono dello Spirito Santo che hanno appena ricevuto o che stanno per ricevere". "Nel loro entusiasmo contagioso - ha concluso il cardinale Scola - vorremmo che ci fosse per Lei, Santità, sorriso, riposo e gioia". Poi ci sono stati i saluti di don Samuele Marelli, direttore della Fondazione oratori milanesi, e di un cresimando, Giovanni Castiglioni. "Per noi è bellissimo poterti accogliere in questo stadio dove giocano i nostri campioni - ha detto il ragazzo - oggi però vogliamo dirti che per noi sei tu il campione più grande e anche l’allenatore dell’immensa squadra che è la Chiesa".

Tra gli 80mila cresimandi era presente anche il capitano dell’Inter, l’argentino Xavier Zanetti. Il "tractor"era accompagnato dalla moglie Paula e dai tre figli, Sol e Ignacio e Tomas. Il più piccolo dei tre, nato meno di un mese fa, è stato preso in braccio dal Santo Padre. Tra gli esponenti del mondo del calcio era presente anche l’ex capitano del Milan, Franco Baresi. Zanetti, che con la moglie ha fondato la Fondazione Pupi a favore dei bambini più poveri e disagiati, ha portato al Papa una maglia nerazzurra con il numero 16 e la scritta "Benedetto" sulle spalle.

Commenti

silvio frappa

Sab, 02/06/2012 - 12:49

QUATTRO GATTI, paragonati a 60 milioni di italiani e stranieri.....ma TUTTI veniamo salassati da preti parassiti, dal loro ridicolo stato che non ha nessun motivo sociale ed economco per esistere, che non produce nulla, dove nessuno lavora, e che campa alle spalle dei cittadini italiani. E che pur in questo modo è anche più ricco degli stati veri che gestiscono e proteggono milioni di cittadini. La religione è fatto privato e personale, chi la vuole deve pagarsela con i propri soldi, e non SPILLANDO RISORSE A TUTTI I CITTADINI. Io non voglio che le mie tasse vengano buttate per mantenere preti inutili.

agostino.vaccara

Sab, 02/06/2012 - 13:09

Probabilmente il sindaco uber( si scrive così?) alles si mangerà le dita!!! Un "qualsiasi" Papa che gli ruba la scena!!!

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 02/06/2012 - 13:12

SPESA X LA VISITA A MILANO 13000000 EURO UN GRAZIE dopo le polemiche sul 2 giugno si poteva risparmiare qualche euro anche qua

giangi85

Sab, 02/06/2012 - 13:22

Scrivi qui il tuo commento

giangi85

Sab, 02/06/2012 - 13:20

per gli alti ideali non c'è bisogno della religione

fabio tincati

Sab, 02/06/2012 - 13:30

un patetico fallimento! A parte i convinti non c'è andato nessuno e a parte i soliti tipo Pisapia e company i milanesi sono tutii in vacanza ed anche lo slogan da venditore di computer fa ridere! Occhio al gelido vento dell'antipolitica ! L'indifferenza è la punizione peggiore!!

fabio tincati

Sab, 02/06/2012 - 13:36

un patetico fallimento! A parte i convinti non c'è andato nessuno e a parte i soliti tipo Pisapia e company i milanesi sono tutii in vacanza ed anche lo slogan da venditore di computer fa ridere! Occhio al gelido vento dell'antipolitica ! L'indifferenza è la punizione peggiore!!

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Sab, 02/06/2012 - 13:41

Il Papa ha ragione, "Tendete ad alti ideali"! Questo vuol dire, bisogna presevare, rispettare e difendere con tutti i mezzi necessari le leggi fondamentali : Libertà Uguaglianza, Disgnità umana é inviolbile! Bisogna combattere contro le barbarie, contro la schiavitù con tutti i mezzi necessari per creare un Europa Cristiana! Bisogna fondare un partito "Europa Cristiana" come io ho proposto sul mio sito web già inizio 2006! Bisogna attenersi esclusivamente alle leggi fondamentali, che tutte le altre leggi devono rispettare! Non bisogna lasciarsi condizionare né manipolare, né lasciarsi confondere le idee con argomentazioni di qualsiasi genere; ma rimanere "semper fidelis" alle leggi fondamentali!

voce.nel.deserto

Sab, 02/06/2012 - 13:36

E la solita infernale sinistra voleva accreditare la bufala che la chiesa e la famiglia erano finite con attacchi da matto. Non passerete forze infernali!

Ritratto di xulxul

xulxul

Sab, 02/06/2012 - 15:24

Bene così Santità, e di cuore grazie. Lei ci indichi, con il suo consueto coraggio, il cammino, e noi la seguiremo. Questa è la vera libertà: "instaurare omnia in Christo". La Chiesa sopra gli Stati come faro, e per condurre l'umanità ad abbracciare il Figlio di Dio come suo unico Signore e Salvatore. Patetici sono solo i suoi detrattori. Uomini piccoli piccoli.

Ritratto di falso96

falso96

Sab, 02/06/2012 - 17:06

#9 voce nel deserto: Attento , stia attento da che parte stà . Si informi, legga i Vangeli . Quando sarà di fronte a Gesù non potrà dire "ma lui ha detto". Si informi , Vangelo di Matteo cap.7 paragrafo 21 in avanti glielo spiega molto bene. Sempre se si fida dei Vangeli. Cordialmente.

GUGLIELMO.DONATONE

Sab, 02/06/2012 - 18:17

Silvio frappa - 1 - Grazie per avermi...come dire.....tolto le parole di bocca! Cordialmente.

GUGLIELMO.DONATONE

Sab, 02/06/2012 - 18:28

xulxul 10 - Ha dimenticato il finale, lo faccio io per lei, don xulxul: Ite, missa est!

Ritratto di xulxul

xulxul

Sab, 02/06/2012 - 20:35

#13 GUGLIELMO DONATONE: buona sera, qual buon vento? Sentiva la mia mancanza? Dica la verità. Nostalgia di un po' di sana tenzone, vero? Allora, mi raccomando: calma e gesso stavolta. Non mi faccia gli scivoloni dell'altra discussione, la prego. Spero abbia fatto tesoro dei consigli. Un po' di "latinorum" vedo che l'ha studiato nel frattempo. Le riconosco un po' di embrionale ironia che non guasta mai. Eppoi, non si è appellato alla redazione. E' già qualcosa. Resta tanto da fare, però. Coraggio! La seguirò volentieri, quando mi sarà possibile, per vedere, auspico, i suoi sudati progressi. Auguri! P.s.: non si accodi agli anticlericalucci piccoli piccoli. Rancidi e ammuffiti. Del tutto noiosi e prevedibili. Una pena. Resti, per quanto le è possibile anche se difficile (capisco), originale. Per noi bigotti sta diventando una vera e propria rarità, purtroppo, misurarci con dei belli ateoni tutti d'un pezzo. Non mi deluda, almeno lei. E saluti sempre la dolce e bellissima Partenope.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 02/06/2012 - 21:22

Il Capo del Colle, senza carri armati e senza quelli di PRAGA, festeggia "sobriamente" a ROMA la Festa della Repubblica italiana forse in agonia ed a Milano il PAPA sembra festeggiare la NUOVA REPUBBLICA CRISTIANA ITALIANA . Potete scordarvi di tutto , NULLA sarà più permesso se non si seguano le NORME del credo cristiano. E nulla soprattutto sarà permesso ai non credenti. C'è pure da pensare che questi ultimi saranno DICHIARATI INFEDELI (Come nell'anno D. 1400 circa) ed "eliminati" con i vecchi procedimenti cristiani od esiliati al Polo Nord o Siberia (Questo...dovrebbe essere il loro posto...).Al primo posto i "Matrimoni Religiosi", al secondo i figli ed il Battesimo appena nato anche se non comprende nulla, al terzo la frequenza obbligatoria del SABATO CLERICALE in Chiesa e così anche la Domenica. al quarto l'educazione scolastica obbligatoriamente Cristiana, al quinto la prima Comunione con un Catechismo di almeno due anni, al sesto la Cresima ed infine l'estrema unzione,

erasmodarotterdam

Sab, 02/06/2012 - 21:32

E' in questi raduni da stadio con grandi coreografie che lo spirito di povertà si manifesta pienamente. Viva i preti, portatori di benessere e progresso.

GUGLIELMO.DONATONE

Dom, 03/06/2012 - 10:52

xulxul 14 - In verità, in verità le dico: lei è stato capace di seppellire, sotto un " BELLI .ateoni", tutta la sua presuntuosa ostentazione di cultura e via dicendo. A questo punto, mio simpatico sapientone da sacrestia, la saluto definitivamente e le auguro le migliori fortune (mah!) e soprattutto che, percorrendo la via DA Damasco (intendo in senso opposto), di essere "vittima" di una folgorazione che le rimetta in sesto i quattro neuroni che disperatamente tentano ancora di salvarsi dal marasma. Napoli la ringrazia per i saluti ma soprattutto per averla liberata, appropriandosene, di tutta la monnezza. Cordialmente.

GUGLIELMO.DONATONE

Dom, 03/06/2012 - 10:52

xulxul 14 - In verità, in verità le dico: lei è stato capace di seppellire, sotto un " BELLI .ateoni", tutta la sua presuntuosa ostentazione di cultura e via dicendo. A questo punto, mio simpatico sapientone da sacrestia, la saluto definitivamente e le auguro le migliori fortune (mah!) e soprattutto che, percorrendo la via DA Damasco (intendo in senso opposto), di essere "vittima" di una folgorazione che le rimetta in sesto i quattro neuroni che disperatamente tentano ancora di salvarsi dal marasma. Napoli la ringrazia per i saluti ma soprattutto per averla liberata, appropriandosene, di tutta la monnezza. Cordialmente.

Telramund

Dom, 03/06/2012 - 15:56

A me, il Santo Padre piace! Non avrà il carisma del suo predecessore ma, lo ritengo uomo di vasta cultura, grande teologo e dotato sotto l'aspetto mite, d'un carattere d'acciaio. Devo ammettere che, spesse volte, mi fa pena perché lo vedo circondato da personaggi che, in quanto a fedeltà, lasciano molto a desiderare... Come capo di Stato, lo rispetto e, come successore al soglio di Pietro, vedo riflessa in lui l'immagine del Cristo che rappresenta, per chi "crede", su questa terra. Quanto ai preti come "tutti" gli uomini, nessuno escluso, si dividono in due categorie: i buoni, ed i "cattivi". Da ex allievo salesiano, do fiducia ai primi. Quanto agli "altri", dovranno rispondere all'Eterno delle proprie "azioni" e, non vorrei trovarmi nei loro panni, allorché si troveranno al Suo cospetto. Coloro che invece li considerano inutili, o addirittura nocivi, abbiano il buon gusto di non volerli al proprio capezzale prima d'intraprendere il "viaggio", senza ritorno, verso l'ignoto... Saluti.

Bozzola Paola

Dom, 03/06/2012 - 20:04

Per Silvio Frappa. Infatti le su tasse non andranno alla chiesa se lei non indicherà l'ente a cui desidera lasciARE IL SUO 5X1000. Se lei non indica nessuno, andrà di diritto allo stato. Domanda? Chi è meglio? LO stato? Puah!!!!cerchi qualcuno ...........