Un omaggio a Nelson in edizione numerata

Da Arnold & Son due modelli molto particolari per celebrare Trafalgar

George Graham, John Arnold e Thomas Tompion, tre miti dell'orologeria inglese e mondiale, riuniti in un'unica sigla, The British Masters. Ed è immediata la connection con una scuola straordinaria, quella inglese, che per moltissimo tempo è caduta nell'oblio. Ad ascoltarne il richiamo è stato Eric Loth che, nel breve volgere di un decennio, ha riportato agli onori della cronaca e della notorietà nomi ai quali l'orologeria deve la sua attuale evoluzione. Loth, poi, sta riuscendo nella difficile impresa d'identificare con chiarezza ogni marchio, evitando commistioni di stili e interferenze d'implicazioni tecniche, comunque mantenute a livelli qualitativi estremamente elevati. Una strategia che sta dando eccellenti risultati sul piano internazionale e che prevede, in futuro, di ricreare un vero e proprio polo inglese dell'orologeria. In questa occasione, concentriamo l'attenzione sul marchio Arnold & Son, nel quale s'incarnano i principi ispiratori della dinastia Arnold e, in particolare, la passione per la ricerca e le scoperte dell'orologiaio, che merita di essere ricordato per lo scappamento a scatto, la spirale bimetallica e la spirale elicoidale.
Le attuali collezioni si riallacciano, dunque, all'universo della marina, ambito al quale Arnold dedicò molti anni di studio e, allora, per celebrare una simile tradizione, inevitabile il connubio tra il cronometro e, forse, il più noto e riconosciuto, tra gli strateghi navali inglesi, Horatio Nelson. A lui Loth ha voluto dedicare due originali creazioni nel bicentenario della memorabile vittoria ottenuta dal grande Vice Ammiraglio il 21 ottobre del 1805, a Trafalgar, sulle forze navali congiunte francese e spagnola: il Longitude II Trafalgar Limited Edition e il Lord Nelson's White Ensign Limited Edition. Il primo, con la cassa in acciaio dal diametro di 44,5 mm, presenta un doppio fondello che, rivela all'interno, lo schema per calcolare, tramite un indice mobile, l'equazione del tempo (differenza tra ora civile e solare) in gradi e minuti. Al centro del quadrante, oltre alla serigrafia della data della battaglia di Trafalgar e delle coordinate di latitudine e longitudine dello scenario della stessa, troviamo, in blu il mar Mediterraneo e l'Oceano Atlantico, in verde la Spagna ed il Nord Africa e, in rosso, il punto preciso del conflitto: il tutto è collocato su di un disco rotante che compie un giro completo in 24 ore, con funzione di bussola solare.
Il Lord Nelson's White Ensign (insegna marittima riservata alle imbarcazioni della Royal Navy), invece, sempre in acciaio (stesso diametro del Longitude II), è una particolare versione di un modello già presentato, dotato di movimento meccanico manuale con 7 giorni di riserva di carica, calibro A294E, rifinito a Côtes de Genève. Questo tributo a Horatio Nelson, disponibile in 100 esemplari limitati e numerati, prevede sul quadrante, oltre alla serigrafia della sua firma originale, anche quella di una sua celebre frase: "England expects that every Man will do his Duty"; inoltre, un’originalissima caratteristica è costituita dagli indici orari, ispirati dagli accessori delle uniformi degli ufficiali della Royal Navy nel primo Ottocento. Completano l'insieme la riserva di carica al 12, i piccoli secondi con datario interno (accompagnato da lente d'ingrandimento), sfere a gladio luminescenti e rehaut girevole graduato su 12 unità, con la zona 10-1 per la correzione della longitudine.