Omaggio del Viesseux a Pasolini

Si apre il 25 ottobre alla Galleria dei Gabbiani di Palazzo Pitti di Firenze la mostra fotografica «Accattone: i primi ciak di Pasolini», promossa dal Gabinetto Viesseux nel trentennale della morte dello scrittore-regista friulano.
La rassegna, in collaborazione con Cinemazero di Pordenone, vuole testimoniare l’esordio del Pasolini regista nel 1960 sul set di Accattone nella primissima versione, quella che doveva essere prodotta da Federico Fellini ma che Fellini bocciò. La mostra Rimane aperta fino al 9 febbraio.
La seconda iniziativa riguarda invece la proiezione (lo stesso 25 ottobre alle 16 alla Sala Ferri del Gabinetto Viesseux) di una serie di interviste e servizi televisivi di e su Pasolini, in collaborazione con Cineteca Bologna. Il titolo della proiezione è Il rito del degrado. Il Gabinetto Viesseux conserva nel suo archivio quasi tutti i documenti di Pier Paolo Pasolini, dai manoscritti delle prime poesie friulane al romanzo interrotto Petrolio, dai disegni al carteggio con protagonisti del mondo letterario italiano come Gianfranco Contini, Elsa Morante, Italo Calvino.