Omicida per un graffio Libero per l’indulto

Salvatore Mannino uccise un automobilista per un banale graffio alla sua auto e per questo era stato condannato a sei anni di galera. Era. Perché grazie all’indulto dopo aver scontato solo sei mesi, la pena gli è stata ridotta a due anni. Inoltre grazie all’età avanzata, ha superato infatti i settanta, sconterà il resto della pena agli arresti domiciliari. Mannino uccise un padre di famiglia, e proprio la vedova, Irene Librera, è la più amareggiata. Appena appresa la notizia non è riuscita a controllare la rabbia: «La giustizia mi ha deluso, mia figlia ha visto morire il padre ad appena quattro anni e ancora adesso si sveglia di notte gridando. La vera vittima sono io oltre a mio marito. Ma quest’uomo non pagherà per quello che ha fatto».