Omicidio Biagi, ridotta la pena alla br Banelli

La prima pentita delle nuove Bierre usufruisce dello sconto per i collaboratori di giustizia

Bologna - Dieci anni, cinque mesi e dieci giorni: questa la pena a cui è stata condannata Cinzia Banelli, la prima pentita delle nuove Br, per l’omicidio di Marco Biagi nel processo d’appello di rinvio. Nel primo processo d’appello alla pentita era stata inflitta una pena di 15 anni e quattro mesi, ma la Cassazione aveva annullato questa prima sentenza di secondo grado e stabilito la celebrazione di un nuovo processo. Secondo i giudici della Suprema Corte, infatti, l’attenuante speciale sui collaboratori di giustizia andava riconosciuta alla Banelli anche per l’attentato a Biagi, mentre nel primo processo di appello l’attenuante era stata riconosciuta solo per il reato del possesso di armi, ma non per l’omicidio. Il Pg Vito Zincani aveva formulato una richiesta uguale a quella stabilita nella sentenza dalla Corte d’assise di appello, presieduta dal giudice Ziccardi.