Omicidio Lucia Manca,in manette il marito

La bancaria veneziana era scomparsa di casa nel luglio scorso: il suo scheletro era stato trovato a ottobre sotto un ponte nel vicentino

Sembra uscire dal buio il misterioso omicidio della bancaria veneziana scomparsa di casa nel luglio scorso. Per il brutale assassinio di Lucia Manca è stato arrestato, dopo diversi mesi, il marito Renzo Dekleva: lo scheletro della donna era stato trovato a ottobre sotto un ponte nel vicentino.

Oggi pomeriggio Dekleva, su cui gravavano sospetti ma non risultava indagato, è stato fermato dai carabinieri a conclusione di una lunga serie di accertamenti avviati subito dopo la scomparsa della moglie. Sentito dagli investigatori, l’uomo non avrebbe ancora fatto alcun tipo di ammissione ma, già nel corso delle indagini, era emerso che tra Lucia e il marito c’erano stati forti momenti di crisi legati probabilmente alla presenza di un’altra donna. Secondo le analisi condotte dal medico legale nominato dalla procura, la moglie era morta per soffocamento. In un secondo momento il corpo della bancaria sarebbe stato portato nel Vicentino e abbandonato, coperto di foglie, sotto un ponte. L’identificazione era stata resa possibile grazie alla comparazione tra un dente e pezzi d’ossa e una spazzolino appartenente alla donna scomparsa.