Omicidio di Manfredonia: il padre di Giusy si vendica

Il padre di Giusy Potenza, 15 anni, massacrata nel novembre scorso alla periferia di Manfredonia, ha accoltellato mentre beveva una birra in un bar il padre di una delle due giovani donne arrestate qualche settimana fa con l'accusa di aver indotto Giusy a prostituirsi e di averne sfruttato la prostituzione.
Il padre è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione degli Ospedali riuniti di Foggia per una lesione lunga tre centimetri all'addome. Sarebbe in pericolo di vita. Carlo Potenza è in stato di fermo ed è sotto interrogatorio: la polizia sta procedendo sull'ipotesi di reato del tentato omicidio.