Omicidio metro: torna in libertà la romena minorenne

Il tribunale del riesame fa uscire dal carcere la giovane accusata di concorso morale in omicidio volontario, in merito alla
morte di Vanessa Russo, la ragazza di 23 anni aggredita il 27 aprile scorso, mentre
usciva da un convoglio della metropolitana della linea B alla stazione Termini.

Roma - Torna in libertà C.I., 17 anni, la giovane romena accusata di concorso morale in omicidio volontario, in merito alla morte di Vanessa Russo, la ragazza di 23 anni aggredita il 27 aprile scorso, mentre usciva da un convoglio della metropolitana della linea B alla stazione Termini. La vittima fu colpita da Doina Matei, amica e connazionale di C.I., con la punta di un ombrello. La decisione di scarcerazione è del tribunale del riesame dei minori che ha accolto le richieste dell’avvocato difensore Carlo Testa Piccolomini. Domani il Riesame si pronuncerà sulla posizione della Matei, che, secondo la procura, avrebbe materialmente colpito all’occhio la giovane romana.