Omicidio Pisnoli: fermato il complice

Si infittiscono le indagini sull’omicidio di Massimo Pisnoli, il suocero del calciatore della Roma Daniele De Rossi, trovato morto ad Aprilia, in provincia di Latina, lo scorso 11 agosto. I carabinieri del Nucleo operativo hanno fermato, all’alba di sabato, nella zona del Divino Amore in un’agenzia della Banca di Credito Cooperativo, un romano di 31 anni, incensurato e ritenuto il complice di Pisnoli in una rapina in banca, avvenuta il 31 luglio. Ragione per la quale, l’uomo è accusato per concorso in rapina nell’ambito delle indagini sull’omicidio Pisnoli. Gli inquirenti ipotizzano che il movente dell’uccisione potrebbe essere proprio un bottino non spartito o un debito non pagato, in seguito alla rapina. Un’indagine che dà filo da torcere ai carabinieri per la scarsità di elementi riscontrati al momento del ritrovamento del cadavere.